Scajola: "Ordinai di sparare se superavano la zona rossa".

"PRIMA UN COLPO - poi il sangue dalla testa che usciva come schizzi di fontanelle ROMANE - luogo senza ORDINE - mano e polvere - POI ANCORA LE RUOTE - la grande jeep sul corpo - come un bimbo, quando gioca passando su tutto - .........ma quella era la tua pelle - e QUESTO E' ANCORA IL NOSTRO DOLORE - un grido sottile - ruggito ORRORE - eco ancora nell'aria - .... STIVALI DI MARCIA - silenzi pietosi ed ecco parlare giornali - GENOVA TRADITA DAI suoi cittadini - che troppo spesso fanno rivoluzione acerba - non come il tuo gesto fino in fondo innocente e per questo ABBATTUTO...."

LUANA

Decine di testimonianze sui fatti di Genova. Dal sito di "Carta"

Duetto SCAJOLA - LUANA

Scajola: "Ordinai di sparare se superavano la zona rossa"

"PRIMA UN COLPO - poi il sangue dalla testa che usciva come schizzi di fontanelle ROMANE - luogo senza ORDINE - mano e polvere - POI ANCORA LE RUOTE - la grande jeep sul corpo - come un bimbo, quando gioca passando su tutto - .........ma quella era la tua pelle - e QUESTO E' ANCORA IL NOSTRO DOLORE - un grido sottile - ruggito ORRORE - eco ancora nell'aria  - .... STIVALI DI MARCIA - silenzi pietosi ed ecco parlare giornali - GENOVA TRADITA DAI suoi cittadini - che troppo spesso fanno rivoluzione acerba - non come il tuo gesto fino in fondo innocente e per questo ABBATTUTO...."

 

GENOVA - Carlo Giuliani era morto poche ore prima. La tensione era altissima. E il ministro degli Interni diede l'ordine di sparare, ma solo "se i manifestanti avessero sfondato la zona rossa". Di ritorno dalla Spagna, Claudio Scajola rievoca con i giornalisti la tensione che si respirava a Genova in quei giorni, durante il G8. Un ordine che non era legato al pericolo che rappresentavano i manifestanti in sé e per sé, quanto probabilmente alla minaccia di un attentato terroristico di matrice internazionale. Claudio Scajola su questo non si pronuncia. Ma aggiunge: "A Genova in quei giorni si giocava una partita seria".

LUANA - mi spiace MINISTRO SCAJOLA - non era una partita - perche' se cosi' fosse non sarebbe stata seria - e non e' serio ricordare OGGI un giorno che lei vuole dimenticare - e non e' giusto che sia lei a ricordare quel giorno in cui ordino' di POTER UCCIDERE - QUANDO TUTTI ENTRARONO urlando all'interno della scuola dimenticando - per fortuna - gli ORDINI -......... picchiarono duro torturando tutti. CERCATE LE ANALISI FATTE - quelle che chiamavate conserva, erano bocche e denti sul muro .... lingue ancora attive. NON AVETE SPARATO IL GIORNO DOPO - ma il giorno prima - e ancora manca L'ESECUTORE DELL'ORDINE - con chiarezza - forse E' lo stesso di GIORGIANA MASI - l'ombra del passato che insegna alla sfatta quotidianità.

Dopo lo hanno capito tutti quanti. C'era Bush, c'erano i capi di stato stranieri, ma c'erano anche 36 mila persone" chiuse nella zona rossa. Il pericolo, fa intendere il ministro, non proveniva dall'interno, ma da fuori. Almeno così facevano pensare i segnali e le informative arrivate dalle Intelligence di tutto il mondo. E dopo l'11 settembre e gli attentati alle Torri gemelle "tutti quanti hanno compreso a fondo ciò che sarebbe potuto accadere durante quel summit".

LUANA - l'idiozia pura - perche' quelle torri non sono crollate per caso - ci scorre l'oro nero - il petrolio - sui cadaveri che oggi l'America delle bandiere non vuole risarcire - perché molti di quei volti pistati non hanno assicurazione - e senza non vali nulla in quel sistema che vogliamo importare. QUEL BOTTO NEI TIMPANI - OCCHI DI bimbo INFURIATO - lei chiama L'11 SETTEMBRE per giustificarli - per me che ho vissuto la scena - non c'e' data tempo e luogo da DIMENTICARE - ne la dignita' giusta per chiarire.

Il titolare del Viminale torna indietro con la memoria: "Ricordo bene le polemiche e le critiche che furono sollevate perché il governo aveva fatto installare all'aeroporto di Genova una postazione di batterie antimissile", ha detto il ministro. "Ma presto - ha aggiunto senza dare particolari - forse sapremo quali disposizioni qualcuno aveva avuto. Mubarak ci aveva avvertiti", ha proseguito Scajola riferendosi all'allarme diramato dal presidente egiziano e lasciando intendere che altri servizi segreti internazionali avessero fornito informazioni attendibili sulla preparazione di possibili attentati durante il G8. Attentati di matrice internazionale.

LUANA - ma non erano stranieri coloro che costringevano i ragazzi del mondo a stare in piedi per ore - - FACCETTA NERA - era la cantilena costretta - li lasciati nell'orina - nudita' del terrore - umiliazione storica e quotidiana - non erano STRANIERI coloro che ancor oggi sussurrano le voci della piazza - ASSASSINI ! ASSASSINI !

In serata fonti del Viminale hanno precisato che l'ordine di sparare impartito di Scajola a polizia e carabinieri non modificò in alcun modo, nemmeno temporaneamente, le norme che regolano l'eventuale uso delle armi durante i servizi di ordine pubblico. Ma proprio questo ha rafforzato l'idea che Scajola abbia voluto in qualche modo anticipare l'imminente uscita di notizie non ancora pubbliche sui retroscena di un G8 ad altissimo rischio.

LUANA - dopo quei due - altri 13 bossoli furono trovati in altri luoghi della RIMPIANTA GENOVA - e il regolamento internazionale dice che si deve utilizzare COLPI DI GOMMA - fucili ad aria compressa. SCAJOLA i tempi sono cambiati - e lo viviamo sulla nostra pelle ed io tra il mio seno.... grosso quanto basta per soffocarci il desiderio ma non la storia - NON INTENDO metterci pezze o carta igienica.

 

RADIO ONDA ROSSA - tentativo di chiuderla - RADIO GAP - vi e' sfuggita di mano - manganelli - UTILIZZATI BENE - un ministro che fa le CORNA - come alla prima elementare - il nuovo saluto dell'inno nazionale - e tutta la COMUNICAZIONE in mano ad un potere senza logica collettiva. GUERRE ED un rifiuto all'EUROPA che vuole l'arresto INTERNAZIONALE fosse anche il capo dello stato - ROGATORIE - e giudici accusati - mucca transgenica - ATTACCO ALL'ARTICOLO 18 - ai lavoratori - alle forze umane piu' deboli - INVENTATE PENSIONI che dovete ELIMINARE - contro l'aborto - nel quale le donne hanno riversato pensieri e figli di violenze subite - TASSA DI SUCCESSIONE - polizia alle porte - L'INTENSO LAVORIO PER BEATIFICARE CRAXI - i conflitti di interessi - quest'ultimi prima di tutto - CENSURARE LE TRASMISSIONI vere - perche' l'intelligenza non deve essere PUBBLICA - anche pagando IL CANONE - l'intolleranza - la strafottenza - SCIOPERI e sindacati comprati - TRAFFICO E INQUINAMENTO - l'eliminazione di RUGGIERO - ed ora il tentativo di allearsi con l'INGHILTERRA per uscire fuori DALL'EURO e farsi dirigere dagli USA.

MINISTRO SCAJOLA - da quel giorno che avete dato l'ordine di SPARARE - NON avete piu' smesso di FARLO realmente.

 

LUANA 16/02/2002

 

ID 107, ut 1, pubblicato il 15/06/2002