CONSIGLIO COMUNALE DI LEGNAGO DEL 4 MARZO. IL COMITATO ANTINUCLEARE SARÀ PRESENTE CON I SUOI COLORI E CHIEDERÀ DI INTERVENIRE.

Legnago

COMITATO ANTINUCLEARE DI LEGNAGO E BASSO VERONESE


Giovedì 4 marzo è stato convocato a Legnago un Consiglio Comunale con all’ordine del giorno la questione aperta della possibile installazione di una centrale nucleare nel territorio comunale.
Nel 1979 il CNEN (Comitato Nazionale per l’Energia Nucleare) individuò proprio nel territorio delle Valli Grandi ed in particolare a Torretta (v. cartina allegata) uno dei possibili siti ove avrebbe potuto essere ospitato un reattore nucleare.
Il successivo referendum abrogativo dell’87 seguito alle contestazioni antinucleari avvenute in tutto il Paese ed al disastro di Černobyl' fece abbandonare quel progetto.
La recente decisione del governo di riavviare un programma nucleare in Italia fa riemergere quella possibilità.
Il Comitato Antinucleare di Legnago e Basso Veronese sorto proprio a Torretta nel dicembre scorso e che ha già messo in campo diverse iniziative di informazione della cittadinanza, sarà presente al Consiglio Comunale il 4 marzo con i propri colori per una manifestazione silenziosa e pacifica, per dimostrare la contrarietà della popolazione della Bassa a tale ipotesi e per invitare il Consiglio Comunale e la Giunta a confermare la propria la contrarietà come già avvenne nel 1986, quando il Consiglio Comunale dichiarò Legnago “Comune denuclearizzato”.
Inoltre il Comitato chiederà la parola al fine di poter esprimere compiutamente le proprie motivazioni.

 

ID 1071, ut 1, pubblicato il 03/03/2010