KILOMARAZERO: il 5 giugno a Marano di Valpolicella 10 produttori vignaioli per promuovere il territorio e ridurre a zero la filiera commerciale

Marano di Valpolicella
Dieci produttori della valle, ansieme, per proporre i loro vini, per promuovere il territorio e organizzare serate con percorsi sensoriali durante l'inverno.
L'idea è del tutto nuova, per il vino, e s'inserisce nel filone delle iniziative di riduzione della la filiera, riduzione dei costi e, conseguentemente, di trasporti ed emissioni in atmosfera di Co2, nonchè di proposizione del territorio e della spiccata vocazione del vino a rappresentarlo.



KILOMARAZERO è l'acrostico delle parole Kilometro - Zero - Marano. E' una iniziativa promossa dai
vignaioli della valle di Marano di Valpolicella per proporre e promuovere il territorio e ridurre a zero la
filiera commerciale. Sono gli stessi agricoltori che vendono il vino spostandosi di poche centinaia di metri a
“costo sorgente”, ovvero senza alcuna differenza dal costo in cantina.

KILOMARA ZERO – LA FILOSOFIA
Consumare un pasto con prodotti locali e di stagione e degustare un vino entro il raggio di 50 chilometri,
comporta risparmio di energia e limitazione delle emissioni di gas ad effetto serra come l'anidride carbonica
(XIa Giornata Nazionale di Educazione alla Campagna Amica – Coldiretti).
Il Risparmio energetico è dunque anche una risposta agli effetti dei cambiamenti climatici che può essere
incentivato anche dalla differenziazione delle formule di vendita e degli stili di consumo, per privilegiare
alimenti e vini prodotti localmente.
L'apertura di punti promozionali gestiti direttamente dagli agricoltori e vignaioli, come KILOMARAZERO,
risponde ad una crescente domanda sulla tracciabilità, sull' origine del prodotto, sulla conoscenza di chi
produce, del terreno che ha prodotto, dell'ambiente che ha influenzato e, naturalmente sulla riduzione dei
prezzi di vendita anche per prodotti di elevata qualità. I punti Km 0 propongono una valida alternativa alla
moltiplicazione dei prezzi, senza per questo svilire il prodotto. L'apertura del punto promozionale KM0
permette di assicurarsi prodotti e vini di qualità, di limitare l'inquinamento e, sopratutto,di conoscere CHI C'E'
e CHE LAVORO C'E' DIETRO LA BOTTIGLIA.
Se escludiamo le produzioni di vini industriali, possiamo dire che il vino, è quanto di più lontano ci sia dai
prodotti omologabili e riproducibili in serie. Per diventare vignaioli è necessario un lungo percorso che
permetta di applicare l'esperienza acquisita, ma anche di riuscire a capire in anticipo cosa potrebbe
succedere in base ai segnali stagionali. Fare vino non è scienza esatta, ma una pratica che si avvicina alla
poesia, all'arte.
KILOMARAZERO rappresenta un punto di aggregazione per nuove proposte e un punto di riferimento per le
attività del territorio, prodotti gastronomici, artigianato, “vini del contadino”, attività culturali e del tempo libero.
WEB
Sul social network Facebook è possibile partecipare al gruppo KILOMARA ZERO, e segnalare le partenze e
gli arrivi per favorire l'aggregazione e l'organizzazione degli spostamenti. Nel gruppo sarà possibile anche
segnalare la propria partecipazione all'inaugurazione.

COME ARRIVARE
Dalla autostrada: uscita Vr Nord (consigliata):
seguire sempre diritto lungo la superstrada per alcuni chilometri sino alla rotonda di San Pietro, (dove ha
termine la superstrada, non si può sbagliare). Voltare a destra, attraversare San Pietro Incariano e,
successivamente San Floriano. All'altezza della Pieve Romanica, voltare a sinistra in direzione Marano
Valgatara e proseguire sino al comune di Marano di Valpolicella. Sorpassare la piazza della chiesa ed in
fondo alla grande curva di uscita dal paese, tenere la destra. Imboccare, subito dopo, dopo solo una
quindicina di metri, la successiva via a destra che porta subito in un grande piazzale, dove, dirimpetto il
grande edificio adibito a palestra e di sede della Banca di Marano, si trova il basso edificio del progetto

KILOMARAZERO.
Dalla autostrada: uscita Vr Sud (sconsigliata) e da Verona:
seguire per ospedale di Borgo Trento direzione nord-est. Una volta giunti all'ospedale imboccare via Mameli,
il viale principale che porta verso Trento e verso la Valpolicella. Sorpassare Parona, Arbizzano, Pedemonte e
a San Floriano, all'altezza della Pieve romanica, voltare a destra in direzione Marano Valgatara e proseguire
come da indicazioni precedenti del percorso Uscita Vr-Nord dal punto “proseguire sino a Marano”.
Dalla statale di Trento seguire per Sant'Ambrogio di Valpolicella, San Pietro Incariano e poi, vedi
precedente del percorso Uscita Vr-Nord dalla rotonda di San Pietro Incariano.
Mappa satellitare interattiva nel sito www.kilovinozero.com

DALLA INAUGURAZIONE IN POI: L'ESTATE
ROTAZIONE SETTIMANALE DELLA MESCITA
Per tutto l'arco dell'anno, a partire dall'inaugurazione del 5 Giugno, si proporrà a Kilomarazero una cantina
ogni settimana alla mescita. Si avrà così l'opportunità di conoscere i differenti terroir presenti nel bicchiere.
Il vino, in fondo, non è che una spremuta del terreno e i vignaioli lo sanno bene. Saranno loro a illustrare
questi concetti e la loro filosofia nelle degustazioni autunnali/invernali, a partire da ottobre. Le
degustazioni sono ad iscrizione ed hanno frequenza quindicinale.
per approfondimenti www.kilovinozero.com
L'INVERNO:
DEGUSTAZIONI E PERCORSI SENSORIALI
Degustazioni durante la stagione invernale
-Mercoledì 20 Ottobre
-Mercoledì 3 Novembre
-Mercoledì 17 Novembre
-Mercoledì 01 Dicembre
-Mercoledì 15 Dicembre
-Mercoledì 12 Gennaio
-Mercoledì 26 Gennaio
-Mercoledì 09 Febbraio
-Mercoledì 23 Febbraio
-Mercoledì 08 Marzo
IL PRIMO MOMENTO: IL PRODUTTORE TRA DI NOI
Durante l'inverno, a cadenza quindicinale, ogni produttore, presenterà i propri vini. La presentazione è
suddivisa in due momenti: un primo momento di racconto di presentazione dell'azienda illustrato dal
produttore o da un responsabile della cantina (enologo, sommelier, altra figura professionale o di fiducia) con
i vini che piacevolmente accompagnano la chiaccherata.
La presentazione da parte del produttore è concepita come una sorta di filò moderno, dove
KILOMARAZERO sostituisce la stalla e il vignaiolo al narratore.
Tale primo momento non è quindi didattico, ma di condivisione degli aspetti caratterizzanti e distintivi
dell'azienda. Nessuna volontà di esaustività o di proporre le “guru-presentazioni”, per usare un termine che
già circola all'interno del gruppo. Crediamo invece che per conoscere a fondo un vino si debba esplorare,
ricercare, fare esperienza. Per educare i nostri sensi e creare le mappe sensitive di profumi e gusti è
necessaria la pratica, la curiosità, il gioco, e qui entra in gioco il secondo momento della serata.

IL SECONDO MOMENTO: L'ESPERIENZA SENSORIALE.
Concluso il momento conviviale e di condivisione con il produttore, si passa alla seconda fase: l'esperienza
sensoriale.
In questa fase verranno presentati da un'esperta enologa una serie di essenze in bottigliette preparate in
precedenza, che successivamente verranno confrontate con profumi e gusti dei vini in mescita. Una sorta di
percorso/gioco/ricerca sui sensi personalizzato per verificare quanti, quali e come sono le sensazioni di
ciascuno di noi. Un confronto reciproco ed una condivisione esperienziale che annulla la distanza,
solitamente consistente, tra chi questi percorsi conoscitivi li agisce da tempo e chi invece da periodi limitati,
tra l'esperto che spiega e la platea che solitamente ascolta passivamente. Imparare giocando, con
leggerezza, con percorsi di ricerca che possano arricchire, è molto più coinvolgente ed arricchente
dell'ascolto passivo di lezioni frontali. Insomma vogliamo che chi frequenterà KILOMARAZERO si porti a
casa qualcosa ad ogni serata, a livello di conoscenza, sensoriale e di esperienza.
La degustazione sensoriale non è quindi la classica esposizione frontale e direttiva la quale, seppur
professionale e apprezzabile in un contesto di esperti del vino, fa riferimento alla mappa sensoriale del
conduttore, ma un percorso che parte dalle nostre personali capacità a livello sensoriale dei partecipanti.

 

ID 1088, ut 1, pubblicato il 25/05/2010