Perché vengono qui da noi?
Storie di uomini e donne venuti da lontano

Bovolone
Convegno presso l'Auditorium della Biblioteca Civica di Bovolone, venerdì 17 settembre alle ore 20,45.


Stiamo parlando di uomini e donne, non di pacchi postali. Donne e uomini, nati bambini come noi, vissuti in terre lontane ed ora qui, con noi. E' tutto facile? Certo che no. Non è una festosa sagra di paese questa strana integrazione figlia di un mondo rovescio. I problemi e le fatiche? C'è qualcuno così cieco da negarli? Ma sono uomini e donne, così come lo siamo noi, e alla loro innegabile dignità alcune realtà dell’associazionismo e della cooperazione bovolonesi hanno voluto dedicare un convegno. Medici senza Frontiere, Nigrizia, Cestim sono nomi grossi, resi grandi dalla loro dedizione umana e dalla loro competenza, fatta e pagata sul campo. Abbiamo bisogno di partire da qui, con il cuore aperto e la mente disponibile.
Si paventava di fare un CIE (centro di identificazione ed espulsione per immigrati) a Bovolone, poi hanno deciso di farlo in provincia di Rovigo. Ma non cambia niente, il convegno si fa perchè la validità dei suoi obiettivi non cambia: conoscere, conoscere, conoscere, amare.
L'obiettovo della conferenza è quello quindi di far luce sulle problematiche legate al fenomeno migratorio che sempre più negli ultimi anni ha originato riflessioni di carattere politico, sociale a volte oscurate da pregiudizi, luoghi comuni e da una scorretta informazione.

Interverranno alla conferenza: Raffaello Zordan, redattore di Nigrizia, mensile edito dalle Missioni comboniane dedicato al continente africano, che analizzerà gli aspetti socio-culturali alla base del fenomeno migratorio con particolar riferimento all'Africa. Rolando Magnano, co-redattore del rapporto “Al di là del muro. Viaggio nei centri per migranti in Italia” di Medici Senza Frontiere (MSF), organizzazione medica indipendente internazionale di grande prestigio e impegno umanitario. MSF è l'unico organismo non governativo ad aver condotto in Italia un'indagine sui CIE, luoghi di detenzione pr migranti privi di permesso di soggiorno, e ad indagare gli aspetti socio-sanitari e le condizioni di vita all’interno di queste strutture. Con “Al di là del muro” MSF intende far conoscere la realtà di questi spazi chiusi ad osservatori esterni e far emergere la quotidianità vissuta da migliaia di persone. Cestim, centro di documentazione sui fenomeni migratori, fornirà un quadro delineato degli aspetti legati all'integrazione sul territorio veronese.
Condurrà la serata Franco Cappa, attore e giornalista di RadioAdige.

Organizzatori:
A.Ge. Bovolone - associazione italiana genitori
Gas Bovolone - gruppo acquisto solidale
Gea Onlus - associazione per l'educazione ambientale
Il Pellicano - cooperativa sociale
Il sorriso di Ilham Onlus - associazione per la mediazione interculturale
La Goccia - associazione per un commercio equo e solidale
La Rondine - cooperativa commercio equo e solidale
Liberamente - associazione culturale

TUTTI si sentano inviati a partecipare, passate parola.

 

ID 1108, ut 1, pubblicato il 10/09/2010