FERMARE IL VERTICE DI CANCUN, COSTRUIRE L'EUROPA SOCIALE!

Manifestazione nazionale contro il WTO! - 6 Settembre 2003 - Riva Del Garda (TN)

Forum alternativo - Riva del Garda (4/6 settembre 2003) - PER UN EUROPA SOCIALE, QUESTO MONDO NON E' IN VENDITA Nel prossimo mese di settembre, a Cancun (Messico), l'Organizzazione
Mondiale
del Commercio (WTO) terrà il nuovo vertice. In quella riunione cercherà
di far fare un decisivo passo avanti alle politiche neoliberiste per
giungere
alla totale mercificazione dei beni comuni, alla liberalizzazione dei
servizi
pubblici, alla riduzione degli spazi e dei diritti collettivi.
Il sistema di accordi in corso (Gats sui servizi pubblici,AoA
sull'agricoltura,
Trips sui brevetti e i farmaci, le new issues sugli investimenti, gli
accordi
per aree e/o bilaterali), si prefigge la consegna nelle mani delle grandi
multinazionali e del capitale finanziario dei servizi essenziali, dall'acqua
all'agricoltura, dall'energia ai trasporti, dalla scuola alla sanità.
E' l'altra faccia della guerra infinita: da una parte si esercita il dominio
militare sui popoli, dall'altra si sottrae loro ricchezza sociale e diritti
collettivi.
La guerra non è solo militare: vita, diritti e beni comuni sono
quotidianamente
minacciati dalle politiche neoliberiste che le grandi istituzioni
finanziarie
(Fondo Monetario, Banca Mondiale, WTO, G8) portano avanti, trasformando
beni e servizi collettivi in merci sottoposte alle leggi di mercato, al
fine di perpetuare un modello iniquo, fondato sul dominio delle grandi
multinazionali
e sulla sottrazione di diritti e democrazia per tutti.
Ma beni comuni e servizi pubblici sono sotto attacco anche a livello
europeo.
Vent'anni di "pensiero unico del mercato", la consegna della politica
economica
comunitaria nelle mani monetariste della Banca Centrale Europea, le
politiche
di deregulation dei settori di pubblica utilità promosse dai Trattati
comunitari
di Maastricht, Amsterdam e Cardiff disegnano il volto di un'Europa
mercantile
e monetaria. Non a caso,è proprio l'Unione Europea a spingere, in seno alle
trattative WTO, per la completa liberalizzazione dei beni e servizi
pubblici,
in particolare dei Paesi poveri (102 richieste presentate in questo senso).
Tutto questo va fermato.
Dal 4 al 6 settembre, a Riva del Garda (TN), nell'ambito del semestre di
presidenza italiana, si terrà il vertice dei Ministri degli Esteri
dell'Unione
Europea, proprio per mettere a punto la posizione dell'Europa in seno al
nuovo round di trattative del WTO, che pochi giorni dopo si aprirà, il 10
settembre, a Cancun in Messico.
Come riteniamo illeggittimo il round del WTO di Cancun, che pretende di
imporre all'intero pianeta il modello neoliberista, incompatibile con un
mondo di pace e di giustizia sociale, riteniamo altrettanto illeggittimo
che i Ministri dell'Unione Europea discutano la mercificazione dei beni
comuni e la liberalizzazione dei servizi pubblici senza alcuna consultazione
dei parlamenti nazionali, senza ascoltare la voce della società civile e
dei movimenti.
Per questo, a Riva del Garda ci saremo anche noi.
Come milioni di persone nel mondo, siamo permanentemente mobilitati per
fermare la guerra infinita e per riaffermare i diritti dei popoli ad una
vita dignitosa per tutti. Allo stesso modo, come organizzazioni della
società
civile e dei lavoratori, reti ed associazioni, social forum e comitati
popolari
lanciamo, in contemporanea con la settimana di mobilitazione internazionale
contro il vertice di Cancun, UNA GRANDE MANIFESTAZIONE NAZIONALE SABATO
6 SETTEMBRE A RIVA DEL GARDA (TN) CONTRO IL WTO E PER UN'EUROPA SOCIALE.
Nello spirito del Forum Sociale Europeo di Firenze parteciperemo al forum
alternativo indetto il 4 e 5 settembre dal Tavolo trentino "Per un'Europa
sociale, Riva 2003". Il 6 settembre riempiremo le strade del Trentino con
le tinte della pace e della solidarietà e, nel pieno rispetto delle pratiche
di movimento, porteremo un pacifico "assedio" al vertice dei Ministri
dell'Unione
Europea.
Perchè un'altra Europa e un altro mondo sono possibili solo a partire dalla
non negoziabilità dei beni comuni e dei servizi pubblici, unica garanzia
per costruzione di una democrazia sostanziale, fondata su un nuovo concetto
di economia pubblica, partecipata e solidale.
CONTRO IL WTO, PER L'EUROPA SOCIALE!
BENI COMUNI, DIRITTI DI TUTTI!
TUTTI A RIVA DEL GARDA IL 6 SETTEMBRE !

 

ID 152, ut 1, pubblicato il 01/07/2003