OGM: VIA LIBERA EUROPARLAMENTO SU ETICHETTA E TRACCIABILITA'

Ansa

Via libera del Parlamento europeo alle nuove regole per etichettare ed assicurare la rintracciabilita' degli Organismi geneticamente modificati (OGM) dalla fattoria alla tavola. La decisione potrebbe aprire la strada alla soppressione della moratoria in vigore dal 1999 sulle nuove autorizzazioni per l'utilizzo di prodotti transgenici. Contro la moratoria gli Usa hanno recentemente presentato ricorso all'Organizzazione per il commercio mondiale (Wto).
Sono attualmente sette i paesi membri - Italia, Francia, Austria, Belgio, Lussemburgo, Danimarca e Grecia - che nell'Ue hanno condizionato l'apertura a nuove autorizzazioni di prodotti transgenici, all'entrata in vigore in Europa di regole sicure per i consumatori e per gli agricoltori. Per i consumatori oggi l'Europarlamento ha approvato l'accordo raggiunto dai Quindici in favore di un'etichetta chiara e trasparente sulla presenza di OGM che sarà segnalata a partire dalla soglia dello 0,9%, sotto la quale la presenza di OGM e' giudicata accidentale. Per gli agricoltori, e' attesa a settembre la proposta della Commissione per regolamentare la coesistenza delle colture: quelle biologiche e tradizionali con quelle transgeniche.
Al riguardo gli Eurodeputati hanno aggiunto un emendamento al testo che permette agli stati membri di varare misure specifiche per evitare la contaminazione tra colture OGM e OGM-free. (ANSA)

 

ID 156, ut 1, pubblicato il 13/07/2003