Aiuti dalla regione Veneto per la tutela dei prodotti alimentari di qualita'.

Via libera antitrust a aiuti tutela prodotti alimentari della regione Veneto
Sono compatibili con il mercato comune europeo gli aiuti per la tutela e la valorizzazione dei prodotti agricoli e agroalimentari di qualita' previsti dalla regione Veneto. La decisione e' stata varata dalla Commissione europea. Il via libera di Bruxelles permette al Veneto di attuare la legge regionale n.12 del 31 maggio 2001 che istituisce un regime di aiuti con tre obiettivi. Il primo e' quello di sostenere attivita' di studio, ricerca, informazione e divulgazione del marchio regionale da apporre ai prodotti di qualita'. L'aiuto sara' pari al 100% dei costi entro il limite di 100.000 euro per beneficiario e per un periodo di tre anni. Il secondo obiettivo e' quello di contribuire a realizzare campagne promozionali a favore dei prodotti contrassegnati dal marchio regionale di qualita', anche collegate ad iniziative in altri settori come quello turistico. La regione ha previsto, rispetto alle spese ammissibili, una partecipazione del 75% per le attivita' promozionali in senso lato e del 50% per quelle a carattere pubblicitario. Il terzo obiettivo e' quello di intervenire sui costi legati all'utilizzo del marchio e ai controlli che saranno effettuati da organismi terzi indipendenti. In questo caso il contributo e' degressivo: dal 100% il primo anno al 25% il sesto e ultimo anno. Bruxelles ricorda anche che e' vietato il cumulo degli aiuti per uno stesso intervento. Il regime previsto, a durata indeterminata, sara' finanziato nel primo anno con uno stanziamento di quasi 775.000 euro (circa 1,5 miliardi di lire), Per gli anni successivi verra' stabilito al momento dell'approvazione del bilancio regionale. (ANSA).

 

ID 17, ut 1, pubblicato il 04/04/2002