L'ambiente, risorsa di tutti, è una priorità per l'amministrazione pubblica.

Legnago
Appello ai partiti per le prossime elezioni comunali.

Legambiente Legnago

“La sostenibilità del sistema Società, Economia, Ecologia comporta la necessità di lasciare alle future generazioni almeno tante opportunità quante ne abbiamo avute noi”. (World Bank, 1996)

 

 

In occasione delle prossime elezioni amministrative di  Legnago, Legambiente invita tutte le forze politiche a tenere in particolare considerazione i problemi dell'ambiente.

 

Quest'invito nasce dalla necessità improrogabile di cercare soluzioni al degrado ecologico di cui soffre il pianeta, le cui cause sono facilmente riconducibili allo stile di vita dell'uomo moderno ed ai suoi consumi. I principali responsabili di tale degrado sono i paesi sviluppati fra cui anche l'Italia, dove il Veneto risulta essere una delle regioni a più alto tasso di sviluppo.

 

Il consumo di risorse rinnovabili e non rinnovabili, l'inquinamento dell'aria, della terra e dell'acqua, la riduzione della biodiversità, i cambiamenti climatici, l'impoverimento dei mari e dei fiumi, la desertificazione, sono tutti fattori che stanno drammaticamente riducendo le risorse disponibili: oggi per la maggior parte della popolazione planetaria che vive in condizioni di povertà e in futuro per i nostri figli e nipoti.

 

Ora se è giusto adoprarsi per migliorare il benessere e il tenore di vita dei cittadini, ciò non può andare a discapito della qualità della vita e del ben-essere delle generazioni a venire.

 

Di fronte a questa necessità emerge la responsabilità ed il dovere di ciascun amministratore e di ogni organizzazione politica, che ha o che vuole avere un ruolo primario nella guida di una comunità, sia di sensibilizzare la popolazione su queste tematiche che di investire e non di intaccare il capitale naturale, unica risorsa certa per i nostri eredi.

 

Studi approfonditi su queste tematiche culminati nella conferenza di Rio del 1992 ("Earth Summit") nell'ambito delle Nazioni Unite, hanno portato ad elaborare strategie organiche per porre rimedio al problema della sostenibilità delle attività umane: "Agenda 21". In Agenda 21 un ruolo importante viene assegnato alle amministrazioni locali per incoraggiare e controllare lo sviluppo sostenibile: "Agenda 21 Locale".

 

Dal momento che il mandato delle amministrazioni comunali si esaurisce di norma nell’arco di un quinquennio, gli amministratori possono essere facilmente indotti a trascurare i problemi i cui effetti siano lontani nel tempo. E' però necessario che l'azione politica garantisca i diritti alle risorse ed ad un ambiente integro anche per chi ne usufruirà in futuro. "Così come l'ambiente l'abbiamo ricevuto in prestito così un giorno lo dovremo lasciare ad altri". Proprio a causa della brevità dei mandati e della lontananza nel tempo degli effetti delle decisioni sull'ambiente è anche auspicabile che le scelte amministrative che riguardano l'ambiente siano condivise nei fondamenti da maggioranza e opposizione.

 

Siamo convinti che la sensibilità verso le questioni ambientali si crea non rimandando le decisioni, ma attraverso scelte coraggiose che apparentemente precorrono i tempi, ma che in realtà sono le uniche a garantire un futuro vivibile.

 

Desideriamo infine richiamare l'attenzione su alcuni particolari punti che riguardano il nostro territorio, pur sempre intendendo che è preferibile un'azione organica:

·        Mobilità (incentivare l'uso di biciclette e mezzi pubblici)

·        Energia (risparmio energetico, energie alternative)

·        Conservazione e rinaturalizzazione del territorio (salvaguardia ed estensione delle zone verdi nei centri abitati)

·        Monitorare e ridurre le attività inquinanti ed assicurarne un’adeguata distanza dalle zone residenziali (questione “Ceca”)

·        Ridurre la discarica di Torretta

·        Bio-edilizia (diffondere ed incentivare l’applicazione di tecnologie costruttive a basso impatto)

·        Agricoltura. Incentivare la diffusione dell’agricoltura biologica.

·        Educazione ambientale

 

Legambiente è un'associazione apartitica e come tale è disponibile a dialogare e a collaborare con chiunque abbia a cuore i problemi dell'ambiente.

 

 

Cordialmente

Per il Circolo Legambiente Legnago

La Presidente

Isabella Balbi

 

 

 

 

Riferimenti:

Associazione Nazionale Coordinamento Agende 21 Locali Italiane: www.a21italy.it/

Rio Earth Summit: www.un.org/esa/sustdev/agenda21.htm

ARPAV Veneto:  www.arpa.veneto.it/eduamb/htm/A21Lsito.asp

 

ID 204, ut 1, pubblicato il 02/03/2004