Gli studenti danno il voto all'aria

Legnago

Marco Tarantino

E' una ricerca dell'ITPAG " Matteo Ricci " di Legnago a riportare in primo piano la preoccupante questione dell'inquinamento dell'aria in una delle zone a più alta concentrazione industriale del Veneto, qualla della pianura veronese. Una ricerca durata tre anni, portata avanti da alcune classi dell'istituto, che ha visto l'analisi della qualità dell'aria nelle varie aree di Legnago grazie all'uso dei licheni epifici. L'utilizzo di licheni quali bioindicatori ha permesso, valutandone il loro aumento o diminuzione, di individuare le aree che rispetto a tre anni fa hanno visto rispettivamente una diminuzione o un aumento dell'inquinamento. E' stato così possibile individuare le aree più interessate dal problema, riscontrando anche delle preoccupanti sorprese. L'aspetto dei licheni, che muta a seconda del livello di inquinamento a cui sono sottoposti, ha permesso di scoprire che le aree a più elevato inquinamento nel terrotorio legnaghese sono a tutt'oggi quelle a nord-ovest del centro, in particolare l'area dell'ex-zuccherificio, ponte fior di rosa e parte di terranegra. Per il resto del centro storico e di porto, la qualità dell'aria rilevata è di livello scadente o medio. Un dato, quest'ultimo, comunque nella media delle aree urbanizzate. Peggiornamenti notevoli nel corso dei tre anni di analisi dei licheni sono stati avvertiti in particolare nei pressi del centralissimo ponte Principe Umberto e nei pressi della scuola materna della frazione Casette. Man mano che ci si allontana dal centro la qualità diventa sempre più discreta e buona. I ragazzi, seguiti dai professori Boschini e Ramorino, hanno stilato una classifica in base ai dati raccolti. Delle stazioni di osservazione, nessuna ha rilevato una qualità dell'aria buona, nove i punti classificati come discreti, 12 quelli di qualità media e 12 tra qualità scadente e molto scadente. Tra le aree a migiore qualità troviamo il parco giochi centrale di Legnago, lo stadio comunale, l'area del tennis Corradina, il parcheggio dell'ospedale " Mater Salutis ". Tra quelle medie possiamo invece rilevare il parco giochi di Porto, l'autostazione di viale dei tigli e l'area vicino alla scuola media Frattini, la piazza di porto, la zona vicina alla scuola elementare e materna di via Leopardi. Pessimi invece sono risultati i rilevamenti nei pressi dell'ENAIP di Porto, nel parco di terranegra, nella scuola materna di casette, in viale dei tigli nei pressi della palestra del liceo Cotta, nello zuccherificio e nel cimitero di Legnago. Le conclusioni portano a dedurre che la qualità dell'aria rispetto alla precedente analisi del 1999-2000 è nettamente peggiorata. Migliora solo la zona est, nella frazione Porto. Molto si portebbe fare e si dovrà fare perché la strada verso cui ci stiamo orientando oggi possa cambiare, finche se ne è ancora in tempo.

 

ID 211, ut 1, pubblicato il 02/04/2004