11 Settembre 2001: terrorismo o complotto?

Forse abbiamo assistito al primo atto di un nuovo fascismo mondiale.

Un giorno mia figlia (o i miei nipoti) guardandomi dritto negli occhi potrebbe chiedermi: "Papà (nonno), ma tu cosa facevi mentre nei primi anni del secolo si formava il nuovo FASCISMO MONDIALE?"

 Io potrei risponderle molte cose: che "mi guadagnavo il pane per mantenerla, che coltivavo fagioli, che facevo la spesa biologica dalla Gioi o equo-solidale alla Colomba, o che facevo assistenza a un parente, o - tornato stanco dal lavoro - mi guardavo un po' di TV, facevo anche qualche lavoretto extra per arrotondare, o invece passavo qualche mezza domenica al centro commerciale "Le Piramidi" o in palestra. A volte mi gustavo qualche filmetto, o leggevo, e nei fine settimana a volte giocavo con te. Però, qualche volta sì - anche se stancamente - partecipavo a qualche manifestazione."

L'11 Settembre 2001 - si disse - "nulla sarà più come prima".

Quell'evento è stato la giustificazione - ripetuta quasi come un mantra - a qualsiasi obiezione fatta per le arbitrarie iniziative dall'amministrazione USA.

Tutto sembrava giustificato da quell'orrendo crimine: guerre, torture, riduzione dei diritti civili, spese militari alle stelle, dispregio dei trattati e degli istituti internazionali.

Il movimento pacifista si è opposto con forza a tutto ciò, ma oggi sembra essersi volatilizzato. Eppure ...

EPPURE LA GRANDE BUGIA SEMBRA EMERGERE DA SOTTO LE CENERI DI QUEL GIORNO.

Ricerche approfondite fatte su documenti ufficiali ma svolte in modo indipendente ne stanno portando alla luce i molti lati oscuri, le innumerevoli contraddizioni, le falsità, le complicità. Il tutto condito dal silenzio assordante dei media ufficiali.

Cosa succederebbe se un giorno emergesse con chiarezza che non solo la guerra in Iraq era fondata su falsità, ma che l'attacco stesso alle Torri gemelle e al Pentagono è stato assecondato, se non addirittura pianificato da apparati dei servizi USA in combutta con il movimento 'neocons'? IMPOSSIBILE? PRODOTTO DI UN RETRIVO ANTIAMERICANISMO? AFFERMAZIONI ESTREMISTICHE? INFAMI CALUNNIE?

Sì, sarebbe sconvolgente, una verità non digeribile per molti, che costringerebbe ciascuno di noi a rivedere credenze date per scontate, indiscutibili. Ma, se non avvenisse troppo tardi, sarebbe forse anche capace di rovesciare le sorti della nostra battaglia per la pace, per la giustizia e per un mondo in cui valga finalmente la pena di vivere.

A questo riguardo vi invito a consultare la vasta documentazione presente su Internet. E, soprattutto, se vi sorgeranno dubbi sulla veridicità di quanto ci hanno fatto credere fino ad ora, vi invito a DIFFONDERE ai vostri conoscenti - soprattutto se non appartengono alla vostra area politica - l'esistenza di questi documenti. Perché il PASSAPAROLA ed Internet sono in questo momento l'unica nostra arma.

Di seguito alcuni link:

- www.vronline.it : qui trovate una raccolta dei link essenziali sull'argomento.
- www.arcoiris.tv : presente anche sul satellite. Documenti audiovisivi.
- www.luogocomune.net : un vasto dossier sull'11/9

 MASTERIZZIATE, FOTOCOPIATE, CONNETTETE (menti, computer, azioni) 
(Fatelo liberamente, non esistono su questi materiali diritti d'autore. Curiamo solo di mantenerne l'integrità)

E se non avete gli strumenti adatti per ottenere i documenti, "chiedete e vi sarà dato".

MI RACCOMANDO PASSAPAROLA!!!

 

IL DESTINO DELLE GENERAZIONI FUTURE E DEL PIANETA E' ANCHE NELLE NOSTRE MANI. I NOSTRI FIGLI E NIPOTI CE NE CHIEDERANNO CONTO.

SESSANTANNI FA I NOSTRI PADRI E NONNI CANTAVANO 'BELLA CIAO', ORA TOCCA A NOI.

Come disse nel luglio 2001 a Genova Hebe de Bonafini dell'ass. Madres de Plaza de Mayo

'L'unica lotta che si perde è quella che si abbandona'

Scusate l'enfasi.

Lino Pironato

PS. Se desideri ricevere informazioni su questo ed altri argomenti manda un'e-mail di richiesta a lp@vronline.it

 

ID 415, ut 1, pubblicato il 02/11/2005