UNA METROPOLITANA LEGGERA PER LA BASSA - programma del convegno

Verona
Sabato 21 Gennaio ore 15:30, Sala Civica Bezzecca, via Matteotti - Legnago

Velocità - Sostenibilità - Intermodalità

Agganciare la Bassa alla rete metropolitana veneta (SFMR). Uscire dall'isolamento in modo sostenibile e dare nuove opportunità ad un pezzo di Veneto troppo spesso dimenticato.

Federazione dei Verdi - Legnago Circolo Legambiente di Legnago

con il patrocinio di

Provincia di Verona Comune di Legnago Comune di Bovolone

INVITANO AL CONVEGNO

UNA METROPOLITANA LEGGERA PER LA BASSA

Velocità - Sostenibilità - Intermodalità

Agganciare la Bassa alla rete metropolitana veneta (SFMR). Uscire dall'isolamento in modo sostenibile e dare nuove opportunità ad un pezzo di Veneto troppo spesso dimenticato.

Sabato 21 Gennaio ore 15:30

Sala Civica Bezzecca, via Matteotti - Legnago

P R O G R A M M A

Presentazione di Lino PIRONATO, Verdi Legnago, Legambiente Legnago

Saluto del Sindaco di Legnago prof. Silvio GANDINI

Interventi di:

Elio MOSELE, Presidente della Provincia di Verona:

"Una metropolitana leggera fra Legnago e Verona. Sua adozione come opera primaria nel Piano Regionale dei Trasporti."

Franco BONFANTE, Consigliere regionale:

"La metropolitana leggera può far uscire la Bassa dall'isolamento"

Massimo GIORGETTI, Assessore ai Lavori Pubblici, Regione Veneto:

"Il Piano Regionale dei Trasporti e il SFMR"

Claudio MAGAGNA, Presidente della Federazione dei Verdi di Verona, architetto:

"Ipotesi di linea metropolitana ferroviaria fra Legnago e Verona"

Tullo GALLETTI, Docente di "Trasporti urbani e metropolitani" al Politecnico di Milano sede di MN, Vicepresidente nazionale AIIT:

"Contributi e integrazione all'ipotesi di metropolitana ferroviaria"

Paolo SCAGLIORI - RFI (Rete Ferroviaria Italiana) - Direttore Compartimentale Movimento - Verona

"Servizio Ferroviario per la Bassa Veronese – Proposta di un nuovo modello di offerta: Verona-Legnago"

Segue ampio dibattito

Moderatore: Michele BERTUCCO, Presidente di Legambiente Verona


L'invito a partecipare è esteso a tutta la cittadinanza, alle istituzioni, a tutte le forze culturali, associative, politiche, economiche, sindacali e per l'ambiente della provincia.

FIRMA LA PETIZIONE PER LA METROPOLITANA ALLA PAGINA

www.vronline.it/pagina/rubriche/petizioni/pet_metro.asp


Perché una metropolitana per la Bassa?

Inquinamento, impatto sul territorio, costo dei carburanti.

L'intenso traffico su gomma e la frammentazione del territorio dovuta alla grande densità di strade, sono responsabili di numerosi problemi sociali, ambientali, sanitari, economici e paesaggistici. Fra questi indichiamo: inquinamento (dell'aria, acustico, luminoso), pericolosità (incidenti, code, difficoltà di spostamento per i soggetti deboli, come anziani, bambini, ciclisti), sottrazione di territorio all'agricoltura, aumento del costo dei carburanti, ecc.

Soluzioni

Le risposte a questi problemi sembrano miopi, improvvisate, grottesche: bollino blu, targhe alternate, blocco del traffico…

Perché non affrontare seriamente la questione?

Perché non cercare concrete soluzioni?

Emerge la necessità di un cambio di strategia nella gestione del trasporto di persone e merci.

Che fare? Dalla gomma alla rotaia, dal privato al pubblico.

Il ripensamento del sistema trasportistico passa inevitabilmente per lo spostamento della mobilità dal trasporto privato a quello collettivo e dal trasporto su gomma a quello ferroviario. Per portare l'utente alla destinazione finale e renderne pertanto appetibile l'uso, il sistema dovrà però essere integrato in una rete organizzata che faciliti l'uso sia di altri mezzi pubblici (bus, tram) con biglietto unico, che privati (biciclette, parcheggi scambiatori).

Cos'è il SFMR.

Il Sistema Ferroviario Metropolitano Regionale è in fase di costruzione nel quadrilatero Padova-Mestre-Treviso-Castelfranco. Al momento ne è esclusa la provincia di Verona.

Quale metropolitana per la Bassa.

La nostra proposta è una metropolitana di superficie che colleghi rapidamente Legnago a Verona e a Monselice, ed in prospettiva a Mantova e a Rovigo, dando così un'appetibile alternativa alle SS434 e SS10. Essa è pensata per agevolare gli spostamenti dei pendolari, ma anche per un'efficace integrazione fra le diverse realtà della provincia.

Le tratte andrebbero allestite sulle linee ferroviarie esistenti completandone l'elettrificazione, raddoppiando il binario, eliminando i passaggi a livello e adottando i TAF (Treni ad Alta Frequentazione).

Durante i lavori ai partecipanti verrà offerto un servizio di caffetteria Equo e Solidale. Al termine rinfresco Bio-Equo-Solidale a cura di

IL GERMOGLIO alimenti biologici - prodotti ecologici - macrobiotica, via Salieri 16 Legnago, tel. 0442 600281

COLOMBA BIANCA Commercio Equo e Solidale, via Salieri 16 Legnago, tel. 0442 601061

VRonline Home Page

In collaborazione con www.vronline.it' TARGET='_NEW' ONCLICK='autofr(this.href,1,0,1);return false' CLASS='menu4'>www.vronline.it' TARGET='_NEW' ONCLICK='autofr(this.href,1,0,1);return false' CLASS='menu4'>CLASS='menu4'>CLASS='menu4'>www.vronline.it - il portale della provincia di Verona

Segreteria organizzativa:

Lino Pironato Via San Luigi Gonzaga 14, 37045 Legnago (VR) - Tel. 044221142 - Cell. 3405928393 - Fax. 02700528527 - e-mail lp@vronline.it - www.vronline.it;

Michele Fratucello Via Sanmicheli 6, 37045 Legnago (VR), Cell. 3480126298

Lorenzo Carara Via Sereni 3, 37045 Legnago (VR) - 044226563;

Allegato 1: Metro_station.jpg
Allegato 2: manifesto.pdf
Allegato 3: UNA_METROPOLITANA_LEGGERA_PER_LA_BASSA_atti_del_convegno_21-01-06.zip
Allegato 4: trascrizione_relazioni.pdf

 

ID 435, ut 1, pubblicato il 26/12/2005