Santoro canta ''Bella Ciao!''

La canzone partigiana cantata durante la guerra di liberazione dal nazifascismo di sessanta anni fa è tornata improvvisamente alla ribalta con la puntata di "Sciuscia" del 20 aprile 2002 quando a cantarla è stato il conduttore M. Santoro dopo che il Pres. del Consiglio Berlusconi ne aveva chiesto l'allontanamento dalla RAI, assieme a Biagi e Luttazzi: "hanno fatto un uso criminoso della tv" ha detto.
Forse non tutti, specialmente i più giovani, conoscono le parole di questa canzone. Ne riportiamo il testo.

Se invece stai cercando il il film "Bella Ciao" di Carlo Freccero lo puoi scaricare da quì: ftp://italy.indymedia.org/genoa/bellaciao/ , informazioni al riguardo le puoi trovare su www.indymedia.it e www.carta.org



Oh bella ciao!

 
Questa mattina mi son svegliato
    oh bella ciao! oh bella ciao! oh bella ciao! ciao! ciao!
   Questa mattina mi son svegliato ed ho trovato l'invasor.
 
Oh partigiano portami via
    oh bella ciao! oh bella ciao! oh bella ciao! ciao! ciao!
   Oh partigiano portami via, che mi sento di morir.
 
E se io muoio da partigiano
    oh bella ciao! oh bella ciao! oh bella ciao! ciao! ciao!
   E se io muoio da partigiano, tu mi devi seppelir.
 
E seppellire lassù in montagna
    oh bella ciao! oh bella ciao! oh bella ciao! ciao! ciao!
   Seppellire lassù in montagna, sotto l'ombra di un bel fior.
 
E le genti che passeranno
    oh bella ciao! oh bella ciao! oh bella ciao! ciao! ciao!
   E le genti che passeranno, mi diranno che bel fior.
 
E questo è il fiore del partigiano
    oh bella ciao! oh bella ciao! oh bella ciao! ciao! ciao!
   E questo è il fiore del partigiano, morto per la libertà.
 
 
 
 
Canzone partigiana cantata durante la guerra di liberazione dal nazifascismo (1942-45).

 

ID 44, ut 1, pubblicato il 20/04/2002