IL MANIFESTO PER LA TERRA (riassunto)

Nel corso del 2004 è stato redatto, per opera di un gruppo di studiosi canadesi di biodiversità e in particolare del Prof. Ted Mosquin, un "Manifesto" che elenca i fondamenti di quella che viene
definita un'etica ecocentrica.
E' opportuno notare che i movimenti di pensiero di questo tipo, presenti nel mondo anglosassone, sono quasi assenti in Italia.

IL MANIFESTO PER LA TERRA (riassunto)
Nel corso del 2004 è stato redatto, per opera di un gruppo di
studiosi canadesi di biodiversità e in particolare del Prof. Ted
Mosquin, un "Manifesto" che elenca i fondamenti di quella che viene
definita un'etica ecocentrica.
E' opportuno notare che i movimenti di pensiero di questo tipo,
presenti nel mondo anglosassone, sono quasi assenti in Italia.

Premessa
L'esperimento dell'umanità, vecchio di diecimila anni, di adottare un
modo di vita a spese della Natura sta fallendo: la ragione prima di
questo fallimento è che abbiamo messo la nostra specie al di sopra di
tutto il resto. Abbiamo considerato la Terra, i suoi ecosistemi e la
miriade delle sue parti soltanto come nostre risorse, che servono i
nostri bisogni e i nostri desideri. Molti si rivolgono a fedi che
ignorano o tolgono ogni importanza a questo mondo e non si rendono
conto in senso profondo che siamo generati dalla Terra e sostenuti da
essa durante tutta la vita.
L'Ecosfera è l'indispensabile substrato comune: senza una prospettiva
ecocentrica che mantenga saldamente valori e scopi in una realtà ben
più grande di quella della nostra sola specie, la risoluzione dei
conflitti di ogni tipo è impossibile e i programmi per modi di vivere
sostenibili sono destinati a fallire. La priorità etica deve
spostarsi dall'umanità alla Terra, che la comprende e ne consente
l'esistenza: sono necessari un attaccamento fiducioso all'Ecosfera,
un'empatia estetica con la Natura circostante e un sentimento di
riverente meraviglia per il miracolo della Terra Vivente.

PRINCIPI DI BASE
1.L'Ecosfera è il centro di valore per l'umanità.
L'antropocentrismo è una dottrina di egocentrismo-di-specie che porta
a distruggere il mondo naturale; l'ecocentrismo, enfatizzando
l'Ecosfera come il sistema primario che dà la Vita piuttosto che un
semplice supporto per la vita, fornisce un modello diverso per il
futuro.
2. La creatività degli ecosistemi della Terra dipende dalla loro
integrità.
La creatività evolutiva e la produttività della Terra e dei suoi
ecosistemi locali richiedono la continuità delle loro strutture di
base e dei processi ecologici. Questa integrità interna dipende dalla
conservazione delle comunità con le loro innumerevoli forme di
cooperazione evolutiva e di interdipendenza, oltre che da intricate
catene alimentari e dai flussi di energia, da terreni non degradati e
dai cicli di elementi essenziali come l'ossigeno, l'azoto, il
potassio, il fosforo.
3. La visione del mondo centrata sulla Terra è confermata dalla
Storia Naturale
La storia della Terra che si svolge attraverso gli eoni ci mostra la
nostra coevoluzione con miriadi di organismi compagni attraverso
l'accordo, e non solo attraverso la competizione. Tutti gli esempi di
coesistenza organica rivelano i ruoli importanti del mutualismo e
della simbiosi.
4. Un'Etica ecocentrica si basa sulla consapevolezza del nostro posto
in Natura.
L'Etica riguarda quelle azioni e quegli atteggiamenti non-egoici che
provengono da valori profondi, cioè dal senso di quello che è
veramente importante. Un vero apprezzamento della Terra ha come
conseguenza un comportamento etico verso di essa.

5. La visione ecocentrica dà valore alla diversità degli ecosistemi e
delle culture.
La maggiore rivelazione della prospettiva centrata-sulla-Terra è la
sorprendente varietà e ricchezza degli ecosistemi e delle loro parti.
La superficie della Terra presenta una forte diversità, di notevole
attrattiva estetica, di ecosistemi artici, temperati e tropicali.
Ciascuna cultura umana del passato ha sviluppato un linguaggio unico
che ha radici estetiche ed etiche nelle visioni, nei suoni, negli
odori, nei sapori e nei modi di sentire di quella particolare parte
della Terra in cui è fiorita. Tale diversità culturale basata
sull'ecosistema era vitale, poiché faceva sviluppare modi di vivere
sostenibili nelle diverse parti della Terra.

6.-Un'Etica ecocentrica supporta la giustizia sociale.
Molte delle ingiustizie della società umana provengono dalla
disuguaglianza. Costituiscono un sottoinsieme delle più grandi
ingiustizie ed iniquità compiute dagli umani sugli ecosistemi e le
loro specie. Con il suo concetto esteso di comunità, l'ecocentrismo
enfatizza l'importanza di tutte le componenti interattive della
Terra, comprese molte le cui funzioni sono in gran parte sconosciute.

PRINCIPI DI AZIONE
7.- Difendere e preservare il potenziale creativo della Terra.
Come priorità principale, la filosofia ecocentrica richiede la
conservazione e il ripristino degli ecosistemi naturali e delle loro
specie componenti. A parte la remota possibilità di collisioni con
comete e asteroidi, in grado di quasi-distruggere il pianeta,
l'inventiva evolutiva della Terra continuerà per milioni di anni
8. Ridurre la dimensione della popolazione umana.
Una causa primaria della distruzione di ecosistemi e dell'estinzione
di specie è l'esplosione della popolazione umana che già oggi supera
largamente ogni livello ecologicamente sostenibile. La popolazione
mondiale totale, ora di 6.5 miliardi, sale vertiginosamente e
inesorabilmente di 75 milioni di unità all'anno. L'etica ecocentrica
che dà valore alla Terra e ai suoi sistemi in evoluzione, oltre che
alle specie, condanna l'accettazione sociale di una fecondità umana
illimitata.
9.- Ridurre il consumo umano di parti della Terra.
La minaccia principale alla diversità, alla bellezza e alla stabilità
dell'Ecosfera è la sempre-crescente appropriazione dei beni del
pianeta per usi esclusivamente umani. Tale appropriazione ed uso
eccessivo, rubano la gioia di vivere agli altri organismi. Bisogna
rinunciare all'ideologia mercantile della crescita perpetua, come
pure alle perverse politiche industriali ed economiche basate su di
essa.

10.- Promuovere un modo di governare ecocentrico.
Le concezioni omocentriche di governo che incoraggiano il super-
sfruttamento e la distruzione degli ecosistemi della Terra devono
essere sostituite da quelle che privilegiano la sopravvivenza e
l'integrità dell'Ecosfera e dei suoi componenti.

11. -Diffondere il messaggio.
Coloro che sono d'accordo con i principi elencati hanno il dovere di
diffonderli attraverso l'istruzione. Il compito iniziale più urgente
è far prendere coscienza a tutti della loro dipendenza funzionale
dagli ecosistemi della Terra, e dei loro legami con tutte le altre
specie. La prospettiva attuale, che guarda solo l'umano, è sempre un
pericolo, come dimostrano chiaramente le religioni, le sétte e le
ideologie umanistiche, in continuo conflitto fra loro. La diffusione
del messaggio ecologico, che pone l'enfasi sulla realtà esterna
condivisa dall'umanità, apre una via nuova e promettente verso la
comprensione, la cooperazione, la stabilità e la pace.

 

ID 551, ut 1, pubblicato il 12/09/2006