TABULA RASA C.V.T.

Cerea

TABULA RASA presenta LA CANTATRICE CALVA, di E. Ionesco, regia di M. Piccoli
TEATRO DI ASPARETTO DI CEREA, 25/11/06 ore 21:00
Presentazione
Rispetto all'originale, i personaggi di Ionesco tentano di ribellarsi alla dilagante incomunicabilità in cui si muovono. I luoghi comuni, il muro di gomma delle parole e l'inconciliabilità dei sistemi di valori tra i diversi ceti sociali, sono vissuti dai protagonisti con un certo senso di sfida, con un sentore di aggressività, tanto che il duello tragicomico della condizione umana finisce per assumere toni ancora più crudi.
"I sei personaggi dell'atto unico", cercano di dare un senso, da angolazioni diverse, al vivere di tutti i giorni. Man mano che si avvicina il finale, è sempre più chiaro che questo tentativo di fare chiarezza, non fa altro che complicare la trama, portanto di protagonisti verso un delirante nonsense che sfocia nella rabbia di una mancata comprensione.
Quando fu messo in scena per la prima volta, nel 1950, lo spettacolo si risolse in rissa: la borghesia di allora non poteva sopportare di vedere sbeffeggiati i propri rituali. Oggi invece si ride dei paradossi gustosi, degli ironici giochi di parole che Ionesco usa per denunciare una società decrepita e incapace di comunicare.

 

ID 556, ut 136, pubblicato il 20/09/2006