IL PROTOCOLLO DI KYOTO E L’ATTIVITA’ DEL KYOTO CLUB, IN OCCASIONE DELLA PARTECIPAZIONE A SOLAREXPO E GREENBUILDING DI VERONA

Verona

ll Protocollo di Kyoto è un trattato internazionale in materia di ambiente sottoscritto nel 1997 da più di 160 paesi in occasione della Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici e sul riscaldamento globale. Il trattato si riferisce ai paesi industrializzati e prevede l'obbligo di operare una drastica riduzione delle emissioni di elementi inquinanti (biossido di carbonio e altri cinque gas serra, precisamente metano, ossido di azoto, idrofluorocarburi, perfluorocarburi ed esafluoro di zolfo) in una misura non inferiore al 5,2% rispetto alle emissioni registrate nel 1990 (considerato come anno base), entro il 2012. Tra i paesi non aderenti figurano gli Stati Uniti, responsabili del 36,1% del totale delle emissioni. Il presidente Clinton aveva firmato il Protocollo durante gli ultimi mesi del suo mandato, ma George W. Bush, poco tempo dopo il suo insediamento alla Casa Bianca, ritirò l'adesione inizialmente sottoscritta dagli USA. Ora, messo in un angolo sull’Iraq, vorrebbe rilanciare con tardivi piani di riduzione dei consumi di petrolio. Alcuni stati e municipalità come Chicago e Los Angeles, stanno studiando la possibilità di emettere provvedimenti che permettano a livello locale di applicare il trattato, il che comunque non sarebbe un successo indifferente: basti pensare che gli stati del New England, da soli, producono tanto biossido di carbonio quanto un grande paese industrializzato europeo come la Germania. Anche l'Australia ha annunciato che non intende aderire all'accordo, per non danneggiare il proprio sistema industriale. Non hanno aderito neanche Croazia, Kazakistan e Monaco. Il Kyoto Club nasce nel 1998 e si pone come promotore di fonti energetiche rinnovabili, politiche ed iniziative atte a minimizzare gli impatti ambientali causati dai processi produttivi connessi al ciclo di vita dei prodotti. E’ un'organizzazione non profit di imprese, enti, associazioni ed amministrazioni locali, impegnati nel raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni di gas-serra assunti con il Protocollo di Kyoto. Dà il patrocinio e sarà presente al Solarexpo & Greenbuilding di Verona, dal 19 al 21 aprile, tenendo corsi e convegni su risparmio energetico, progettazione di sistemi fotovoltaici, certificazione energetica degli edifici. Inoltre ha avviato un’importante campagna nazionale denominata COMUNI AZZEROCO2, finalizzata a promuovere azioni ad alto profilo presso le amministrazioni locali. Tra gli Enti Locali coinvolti in un progetto del Kyoto Club, progetto che gode di un contributo finanziario del Ministero dell’Ambiente, figurano i Comuni di: Ancona, Montebelluna (TV), Parma, Ravenna, Rosà (VI), Verona; le province di Ferrara, Palermo e Torino. Un altro gruppo di Enti, denominato “osservatori” (che possono seguire le diverse fasi del progetto sperimentandone i risultati e fornendo la propria esperienza), è composto dai Comuni di: Asti, Bagnocavallo (RA), Brescia, Ferrara, Follonica (GR), Formigine (MO), Genova, Modena, Padova, Procida (NA), Reggio Emilia, Roma, Scansano (GR) e le Province di: Biella, Bologna, Bolzano, Cosenza, Rimini, Rovigo. Info: www.solarexpo.it

 

ID 653, ut 1, pubblicato il 17/04/2007