OGM: fatti e misfatti, 2°

dr. Rossana Amari

SPERIMENTAZIONE


4/03/02
Esponenti del Comitato Britannico per la salvaguardia della salute pubblica chiedono che venga interrotta la sperimentazione in campo aperto degli Ogm.

Fonte: The Herald, UK, di Annette McCann.
Charles Saunders, capo della British Medical Association per la salvaguardia della salute pubblica, in occasione dell’approssimarsi del dibattito parlamentare sugli Ogm, ha formalmente chiesto al Ministro dell’Ambiente Scozzese Ross Finnie di interrompere la sperimentazione in campo aperto degli Ogm, almeno fino a quando gli scienziati non si pronunceranno con soddisfacente certezza sulla loro sicurezza. Al momento Saunders ritiene infatti che non vi siano sufficienti prove scientifiche sul reale impatto degli organismi geneticamente modificati sulla salute dell¹uomo, come dimostrato dal fatto che non è stato condotto alcun test di accertamento delle condizioni di salute delle persone che vivono in prossimità dei siti in cui avviene la sperimentazione.


PROTESTE

04/04/02
Una sovvenzione di 170 milioni di dollari dal governo britannico? No grazie, risponde l’India.
Fonte: The Straits Times, Singapore, di Alfred Lee.
Una sovvenzione del governo britannico dell’ammontare di 65 milioni di sterline (pari a 170 milioni di dollari) allo scopo di incentivare lo sviluppo agricolo nel povero stato indiano di Andhra Pradesh permettendo agli agricoltori di acquistare macchinari per la semina ed il raccolto, di introdurre nuovi pesticidi e di avviare la coltivazione di semi transgenici, ha suscitato reazioni furiose da parte degli agricoltori indiani e delle ONG di tutto il mondo. Una delegazione di coltivatori e agronomi indiani si è già recata a Londra dove ha chiesto formalmente al governo di cancellare la sovvenzione. La delegazione si oppone al palese tentativo della Gran Bretagna di interferire nel sistema agricolo di matrice "tradizionale" e "familiare" dell’area di Andhra Pradesh. Essi sostengono, infatti, che il risultato degli investimenti resi possibili dal sussidio economico sarebbe quello di trasformare le piccole fattorie a gestione familiare che danno lavoro a milioni di contadini e alle loro famiglie in enormi stabilimenti proprietà delle corporazioni internazionali.


11/03/02
Gli attivisti di tutto il mondo chiedono il bando degli Ogm.
Fonte: Inter Press Service, di Jorge Pina.
Le organizzazioni non governative di tutto il mondo si sono mobilitate allo scopo di chiedere alla FAO di emanare un bando sugli Ogm. La richiesta verrà formalmente inoltrata durante il meeting delle organizzazioni non governative che si terrà parallelamente al World Food Summit previsto a Roma dal 10 al 13 Giugno.

PESCI

6/03/02
La California dibatte sulla possibilità di emanare il bando del salmone transgenico.
Fonte: Dow Jones Newswires.
Persino prima di approvare la produzione del salmone transgenico a scopo commerciale la California potrebbe decidere di imporre un bando su questa stessa varietà di pesce gm.

Infatti, stando agli studi compiuti dalla Purdue University e presentati dalla associazioni di pescatori e dagli ambientalisti, i cosiddetti "super-pesci", geneticamente modificati per crescere di più e più in fretta, potrebbero totalmente soppiantare le varietà tradizionali in seguito alla competizione per il cibo, le attività riproduttive e il dominio sull¹habitat.

Nell’eventualità che il bando non entri in vigore, secondo un’altra proposta di legge, i supermercati e le pescherie, non tuttavia i ristoranti, dovrebbero adottare sistemi di etichettatura del pesce.

 

GOOD NEW

9/04/02
Buone notizie sul futuro dell’agricoltura.
Fonte: Genet.
Greenpeace, Oxfam e l’ILEIA hanno appena lanciato il sito, http://www.farmingsolutions.org, allo scopo di dimostrare come sia possibile raggiungere la sicurezza alimentare e soddisfare il fabbisogno di tutte le popolazioni del mondo attraverso sistemi agricoli che non danneggiano l’ambiente.

Sono più di settanta le testimonianze provenienti da tutte le parti del mondo e riportate nel sito in cui è stato possibile applicare con successo procedure agricole che hanno favorito la biodiversità e hanno mantenuto le acque pure ed una composizione del suolo ricca e naturale mirando a salvaguardare la salute umana.

 

ULTIME SU MONSANTO


Lodi, lunedì 22 aprile 2002
ASSEDIO A MONSANTO
Centinaia sono i quintali di soia contaminati da OGM stoccati nei
magazzini di Lodi della Monsanto. Per non farne scappare neppure un
chicco, VAS, AIAB e Federconsumatori, insieme a Coldiretti,
promuovono un simbolico assedio delle infrastrutture della
multinazionale che, per il secondo anno successivo sfida le leggi del
nostro Paese (e quelle dell'UE), che non consentono alcuna
contaminazione da OGM delle sementi naturali.
"Monsanto è recidiva- dichiara Guido Pollice, Presidente di VAS-
Monsanto per il secondo anno consecutivo ha importato dagli Stati
Uniti sementi contaminate da OGM non solo in violazione delle leggi,
a ben sapendo che in Italia e in Europa l'opinione pubblica, il mondo
agricolo e l'industria agro-alimentare hanno già chiaramente scelto
di fare volentieri a meno di prodotti transgenici niente affatto
sicuri per l'ambiente e la salute".
"Monsanto è in buona compagnia - dichiara Vincenzo Vizzioli,
Presidente AIAB - infatti sementi contaminate da OGM sono sottoposte
a vincolo sanitario nei porti di La Spezia (mais della multinazionale
Pioneer) e di Genova (soia della multinazionale Syngenta). In pratica
le più grandi imprese del settore hanno importato sementi contaminate
capaci di compromettere gran parte della produzione agricola
nazionale che è e intende rimanere libera da OGM".
"Dopo l'assedio -dichiara Rosario Trefiletti, Presidente
Federconsumatori- ci aspettiamo da parte del Ministero alle Politiche
Agricole una tempestiva decisione di respingimento di tutti i carichi
contaminati. Decisione per altro conseguente con l'operato del
Ministro, On. Giovanni Alemanno, che con responsabilità ha sin qui
ribadito il rispetto della normativa esplicitando il concetto di
tolleranza zero all'inquinamento da OGM delle sementi".
"Martedì 23 aprile -conclude Pollice di VAS- si riunirà la
Commissione Sementi del Mipaf ed è in quella sede che ci attendiamo
vengano assunte decisioni coerenti, definitive e tanto attese
dall'opinione pubblica" .

 


Dott. Rossana Amari - www.biogenlab.it - Biogenlab s.r.l.

 

ID 71, ut 1, pubblicato il 24/04/2002