IL 18 GENNAIO LA PRIMA DI “UN PRETE IN CAMPO”, IL FILM DI MAFFEO D’ARCOLE SULLA VITA DI DON GIOVANNI SBALCHIERO.

Arcole


Siamo nei primi anni del secolo scorso, povertà e miseria spingono centinaia di migliaia di Veneti ad abbandonare le loro terre per cercare un po’ di fortuna lontano, nel sud dell’America. E’ così anche ad Arcole, paese dell’est veronese, dove però la determinazione e l’impegno sociale di un prete, Don Giovanni Sbalchiero (1861-1931) riescono ad attenuare il fenomeno.
L’attività sociale di Don Sbalchiero trovò la sua piena realizzazione nella costituzione di una Cooperativa Agricola che diede lavoro e terra a circa duecentocinquanta famiglie di braccianti arcolesi, evitandone in tal modo il dramma dell’emigrazione.
E’ questo lo scenario in cui si gioca il film di Maffeo d’Arcole, pittore, scultore e cineasta arcolese, che ha dedicato molta della sua attività artistica ai temi alla cultura popolare veneta, del mondo contadino e dei migranti. Ricordiamo fra l’altro l’esposizione “Popoli in cammino” ed i film “Le Cassete” e “Il tempo dei tabarri”.
L’attore protagonista che ha interpretato la figura di Don Sbalchiero è Bustric (Sergio Bini) attore comico e di teatro che ha recitato con Benigni nel film “La vita è bella”.
Nella realizzazione del film sono stati coinvolti oltre duecento cittadini di Arcole, adulti e bambini, nel ruolo di comparse, addetti ai costumi ed alle scenografie, ai vari servizi logistici. Si sono impegnati oltre quaranta attori provenienti dalle compagnie teatrali amatoriali veronesi, in particolare dal Piccolo Teatro di Oppeano. Tutti i partecipanti sono volontari e motivati a trasmettere meglio il messaggio di solidarietà che questo prete ha concretamente realizzato.
Il film è stato prodotto dalle associazioni no profit “Green Way” e “La Piramide” di Arcole con il contributo del Comune e della Regione Veneto ed ha potuto usufruire della consulenza storica ed ambientale di Dino Coltro. Le musiche sono del maestro Giuliano Rinaldi, con la partecipazione del Coro Città di Soave.
Le idee e l’azione di Don Sbalchiero possono aiutare a comprendere meglio il problema dell’immigrazione d’oggi, cui una possibile concreta risposta può essere la creazione di migliori condizioni di vita nei paesi d’origine dei migrantes.
La “prima” sarà proiettata venerdì 18 gennaio all’Auditorium della sede della Cantina Sociale di Soave. L’ingresso è riservato ai soli invitati.
La produzione artistica di Maffeo d’Arcole è documentata sul sito www.maffeodarcole.it,' TARGET='_NEW' ONCLICK='autofr(this.href,1,0,1);return false' CLASS='menu4'>CLASS='menu4'>www.maffeodarcole.it, dove è anche possibile visionare e scaricare i suoi film e le performance. Il sito è stato realizzato da Lino Pironato curatore del portale www.vronline.it' TARGET='_NEW' ONCLICK='autofr(this.href,1,0,1);return false' CLASS='menu4'>CLASS='menu4'>www.vronline.it .

 

ID 781, ut 1, pubblicato il 13/01/2008