"L'ISOLA DEI CANI" di P.CORNWELL

Alessandra Buglioli

AUTORE: P.CORNWELL
EDITORE: MONDADORI
PAG: 443
EURO: 18.60
 
TITOLO: L'ISOLA DEI CANI
 
Tra delitti e leggende si snoda questo nuovo romanzo della Cornwell, vibrante di novità e con una scrittura dal ritmo incalzante. Non c'è la ormai famosissima patologa Kay Scarpetta, ma un personaggio - non nuovo, poichè l'abbiamo già trovata nel libro "il nido dei calabroni" - ma che è sempre rimasto un po' in secondo piano: il comandante della polizia Judy Hammer. Di lei si sa poco, solo che ha una mente veloce e un carattere testardo, e sarà grazie a queste qualità che riuscirà a sbrogliare questa intricata vicenda. La Cornwell in questo libro non parla solo di delitti, anche se attorno ai quali ruota tutta la storia, ma racconta anche la leggenda dell'isola dei cani, luogo ameno e patria nell'antichità di pirati e bucanieri. Il lettore quindi, si trova irretito da una duplice storia: i delitti misteriosi e cruenti che sembrano non avere un movente e l'avventurosa storia dell'isola dei cani. Per non rendere troppo pesante la narrazione l'autrice ha avuto un'idea geniale, il racconto dell'isola misteriosa viene fatto da un personaggio inerente alla storia: il detective Andy Brazil, che scrive su internet, sotto pseudonimo, i suoi articoli. Un romanzo che avvince e convince, che lascia spesso il lettore con il fiato sospeso e con una domanda nel cervello, martellante, insistente: chi è l'assassino? Una caccia aperta che il lettore conduce insieme a Judy Hammer tra politici corrotti, indagini pericolose, inganni e internet. Un libro che lascia il segno, che fa palpitare fino all'ultima pagina quando si scoprirà che... lascio a voi leggere il finale.   

 

ID 85, ut 1, pubblicato il 24/04/2002