"VENDETTA" di GEORGE PELECANOS

Alessandra Buglioli

Titolo: VENDETTA
Autore: GEORGE PELECANOS
Editore: PIEMME
Pagg: 390
Costo: 18,08 €
 
Ecco di nuovo un  thriller a tinte forti, pieno di tensione, dove si muovono dei personaggi ben definiti, così umani da sembrare reali, così vicini all'immaginario del lettore da lasciarsi coinvolgere sempre più serratamente dalla vicenda narrata.
E' la storia di una rapina in una Washington torrida e boccheggiante di metà luglio.
Due uomini entrano in una pizzeria armati fino ai denti, non sono interessati all'incasso ma a qualcosa di più succulento:l'enorme somma di denaro proveniente dalla raccolta delle scommesse clandestine. Il colpo sembra perfetto, ad un tratto però il gestore della pizzeria si ribella, è una strage, tre uomini rimangono uccisi, il piano va a rotoli. All'esterno il "palo" si scontra a fuoco con un poliziotto di passaggio e muore, è la fine, i rapinatori scappano a rotta di collo e nella loro fuga rocambolesca rimane ucciso un bambino.Tutto non sarà più come prima.Tre anni dopo la rapina ci sono ancora due persone che sentono il loro sangue ribollire, sono Frank Farrow il fratello del "palo" che vuole vendetta nei confronti del poliziotto e il padre del bimbo ucciso dai rapinatori. Da qui il racconto si fa sempre più serrato, il destino di queste due persone si intreccierà fino al tragico epilogo.
 
Un romanzo avvincente e convincente, che non lascia dubbi sulla bravura del suo autore. Una trama vibrante di colpi di scena, palpitante di vita...provate a chiudere il libro, non ci riuscirete!

 

ID 87, ut 1, pubblicato il 28/01/2002