VR: 29 NOV 08 TANGO SENSIBILE stage a Oltredanza 045.8401248

Verona
Verona - 29 novembre 2008: stage di TANGO SENSIBILE
con Dario Moffa a Oltredanza, v. Betteloni 43.
Il tango sensibile, modalità applicativa della Danza Sensibile, esamina le sottili dinamiche della danza di coppia, nello spazio e nel tempo, e il dialogo corporeo che la musica, amica comune, può generare e stimolare.
Iscrizioni tel. 045.8401248 - 320.1946130
www.oltredanza.it
info@oltredanza.it

oltredanza


Verona - 29 novembre 2008: stage di TANGO SENSIBILE
con Dario Moffa a Oltredanza, v. Betteloni 43.
Iscrizioni tel. 045.8401248 - 320.1946130
www.oltredanza.it
info@oltredanza.it

livello
unico: sabato 29 novembre 2008 ore 14 - 18

http://www.oltredanza.it/stages.htm#tango%20sensibile

Tango
Sensibile
Le pratiche di tangosensibile, rivolte ai tangueri di qualunque livello, sono utilissime per migliorare:
a) la tecnica, equilibrio e contatto con la terra
b) la comunicazione nel “proporre e nel tradurre”
c) la capacità di improvvisare con la musica
Il tango sensibile, modalità applicativa della Danza Sensibile, esamina le sottili dinamiche della danza di coppia, nello spazio e nel tempo, e il dialogo corporeo che la musica, amica comune, può generare e stimolare. Viene posta l'attenzione sulla qualità del contatto e della relazione, ricercando anche l'aspetto ludico, edonistico e interpretativo in una danza che ha proprio nell'improvvisazione e nella libertà di composizione la sua anima più vera e profonda.
Attraverso l'analisi del movimento si stimola la capacità di sentire: noi stessi, l'altro e lo spazio che ci circonda.
Sono utilizzate pratiche di ascolto e sensibilizzazione, corporee ed energetiche, statiche e dinamiche e proposte di improvvisazione, singole e di coppia.

Tango Sensibile - Metodo Didattico
Il percorso didattico, basato sull'affinamento della propria coscienza corporea, consta di:

a) pratiche di ascolto e sensibilizzazione, corporee ed energetiche, statiche e dinamiche
b) analisi delle differenze di comunicazione attraverso: mani, braccia, petto, sguardo
c) improvvisazioni singole e di coppia, supportate da: codici di comunicazione propri del tango argentino, elementi di danza contemporanea,teatro-danza e contact improvisation.
d) interpretazione musicale, singola e in coppia.
Si danza senza scarpe da tango, ma solo con calze o scarpe ginniche. Non viene insegnato alcun “passo" o sequenza.
Il tangosensibile, che esplora possibilità espressive e creative, è rivolto ai tangueri di qualunque livello, ma è aperto anche ai danzatori e agli attori.

Danza Sensibile

vedi anche Claude Coldy, danza sensibile:
http://www.oltredanza.it/hanno_collaborato.htm#coldy

La
Danza Sensibile è un’originale ricerca pedagogica che trova nel movimento il suo mezzo d’applicazione. Nasce nel 1990 dall’incontro di Claude Coldy, che ha tenuto uno stage a Oltredanza a febbraio 2008, con una coppia d’osteopati francesi, J.L. Dupuy e M. Guyon. Attraverso la rivisitazione di alcune tappe della Filogenesi,viene offerta la possibilità di rivivere il processo di verticalizzazione compiuto dall’uomo. La pratica cosciente del movimento proposta dalla Danza Sensibile favorisce lo sviluppo personale e offre ad ognuno la possibilità di vivere il proprio corpo con una nuova consapevolezza. Essa si fonda sul rispetto e ascolto dei messaggi del nostro corpo. Nei seminari, il gruppo viene vissuto come luogo di condivisione e di scoperta. Alcuni degli elementi sviluppati attraverso queste pratiche: il radicamento, la presenza, la verticalizzazione, l’orientamento, l’apertura, il senso, il "non-senso", l’espressione di sé, la creatività.
I seminari di Danza Sensibile sono aperti a tutti coloro che possiedono le basi di una pratica corporea e che vogliono farne esperienza : danzatori, attori, insegnanti, terapeuti e tutte le persone che desiderano entrare nell’esperienza del movimento cosciente.

 

ID 896, ut 71, pubblicato il 14/11/2008