Arianna 14 febbraio Teatro Filippini

Verona
Arianna: un clown che perso tra le macerie di una città
bombardata ragiona a voce alta sulla pace e sulla
guerra. Arianna è tragicommedia, è spettacolo contro
la guerra, è spettacolo di poesia e risata che fanno da
sponde ad un canale di eventi surreali in un paesaggio
spopolato dagli uomini.

Fondazione Aida

Ci avevano divertito lo scorso anno quelli del Teatro Blu di Milano con il loro
spettacolo sulle isterie femminili. Quest’anno Silvia Priori torna il 14 febbraio
ai Filippini con Arianna: un clown che perso tra le macerie di una città
bombardata ragiona a voce alta sulla pace e sulla guerra. Arianna è
tragicommedia, è spettacolo contro la guerra, è spettacolo di poesia e risata
che fanno da sponde ad un canale di eventi surreali in un paesaggio
spopolato dagli uomini. Una città coperta di neve sembra senza vita ma in
una piccola stanza una donna racconta, immersa in una patetica confusione
rievoca la tanto amata figura del fratello quanto la condizione di chi si arruola
e di chi resiste. Con lei c’è un amico, compagno di viaggio dei voli pindarici
della fantasia del clown. Voli che toccheranno le terre di Teseo e Arianna,
Minosse e il Minotauro, fino all'attesa di Egeo, la guerra di Troia e il rientro
degli Argonauti. I miti che diventano realtà passando dalla fantasia e
dall’ingenuità della clownerie: miti per dimenticare la violenza di tutte le
guerre Lo spettacolo che chiede anche la partecipazione attiva del pubblico, è
stato presentato per Amnesty International ed altre Organizzazioni
internazionali impegnate per la pace nel mondo.

 

ID 927, ut 86, pubblicato il 08/02/2009