APERTURA ALL’INFORMAZIONE, APERTURA ALLA PREVENZIONE

Verona
Anche i centri commerciali partecipano
alla Campagna di informazione sulle droghe

Emanuela Ghigo


Abbiamo assistito a decenni di consumi sfrenati e relativa indifferenza, tanto che il divertimento è ora perlopiù associato, nella cultura giovanile, all’idea dello “sballo”.

La società pareva guardare con distacco a questo fenomeno come potesse non intaccare il vivere comune, come se potesse riguardare unicamente una piccola schiera di infelici.

Ma l’aumento di crimini e tragedie, come le statistiche ci mostrano, quasi sempre correlate all’uso ed abuso di sostanze stupefacenti, dall’alcool ai farmaci psicotropi diffusi nei luoghi deputati al divertimento tanto da diventare un triste binomio, ci sta bruscamente risvegliando.

E all’insegna del motto: “Con l’apertura all’informazione si può fare prevenzione”, a partire da mercoledì 11 marzo, con la collaborazione dei volontari di Dico no alla Droga, Dico sì alla Vita, al Centro Commerciale La Grande Mela saranno collocati diversi espositori contenenti informazioni su cosa effettivamente le droghe siano e sugli effetti, a breve e lungo termine, su organismo, mente e vita.

In tal modo l’opuscolo, premiato per la sua semplicità ed efficacia, trasmetterà informazioni concrete e valide ad ulteriori migliaia di persone, oltre alle 15.000 già contattate mensilmente tra strade, scuole e discoteche.

Gli stessi materiali, saranno a disposizione di chiunque li desideri, all’interno dei negozi, diffondendo così un positivo invito alla comprensione e alla vita, come era anche nel pensiero del filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard: “Le droghe privano la vita delle gioie e delle sensazioni che sono comunque l’unica ragione di vivere”.

Emanuela Ghigo

 

ID 940, ut 268, pubblicato il 11/03/2009